martedì 18 novembre 2014

A SUZZARA PARTECIPAZIONE...ZERO!

Consiglio generica-2La nostra mozione sulla democrazia partecipativa, presentata ieri sera in consiglio comunale, è stata bocciata dalla maggioranza. Avevate dei dubbi? Amici, la vecchia politica a Suzzara è ancora viva, altroché! E ieri sera ne ha dato ampia dimostrazione.
Avevamo chiesto di voltare davvero pagina sul tema della partecipazione, attivando entro sei mesi una piattaforma tecnologica per consentire ai cittadini di tornare ad occuparsi e ad interessarsi dell'amministrazione della propria città, ma la maggioranza, pur condividendo "a parole" lo spirito e le motivazioni alla base della mozione, si è dimostrata sorda, trincerandosi dietro un prevedibile discorso di tempi e costi eccessivi. A nulla è valso da parte nostra proporre di dilatare i tempi e spiegare che esistono già piattaforme totalmente gratuite a cui appoggiarsi per realizzare forme di democrazia partecipata. Anzi, qualcuno del Pd si è pure permesso di mettere in ridicolo o sminuire quei Comuni che in Italia hanno avviato esperienze in questa direzione. Per la maggioranza la nostra mozione era confusa e "calata dall'alto" (bella questa!), per noi era ed è semplicemente un primo passo concreto per recuperare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nella politica e andare oltre l'ormai superata concezione unidirezionale della comunicazione.
Sono, in realtà, emerse molto chiaramente due visioni completamente diverse di amministrare: quella del Pd, basata sulla democrazia rappresentativa, e la nostra, fondata sulla democrazia partecipativa. Sarebbe stato più corretto ammettere questo ed evitare di leggere con enfasi i soliti discorsi preconfezionati riservati al M5S. Ormai ci siamo abituati e lentamente anche i cittadini lo capiranno. Alla fine la mozione è stata bocciata, nonostante il voto favorevole di M5S, Suzzara Civica e Forza Italia, ma il percorso che ci vedrà impegnati sul tema della partecipazione non si ferma certo qui.

Nessun commento:

Posta un commento