ASSESTAMENTO DI BILANCIO, LE RAGIONI DEL NOSTRO VOTO CONTRARIO

25novembreNel corso del consiglio comunale di martedì scorso abbiamo espresso voto contrario all'assestamento al bilancio di previsione 2014, approvato a maggioranza con i soli voti favorevoli del Pd. Ecco in sintesi alcune delle motivazioni alla base del nostro voto contrario.
Da questo assestamento si evince che per la manutenzione delle sedi scolastiche si spendono appena 20.000 euro, che sarebbero destinati ad arredi e a piccole opere di manutenzione dell'istituto comprensivo "Il Milione". Ancora nulla, invece, è stato fatto per la pavimentazione danneggiata di aule e spazi comuni, che risulta ancora pericolosamente sollevata. Quando si interverrà? Vogliamo delle date, delle scadenze precise, perché non si può più aspettare oltre. Con un avanzo di amministrazione 2013 di 1 milione e 98mila euro era lecito attendersi qualcosa di più, secondo noi.
Altri numeri. Fra le entrate correnti spicca il calo di 12.000 euro derivanti dai proventi del canone di occupazione di suolo pubblico, un sintomo chiaro di un comparto in crisi e di una città in cui la crisi economica si sta facendo sempre più sentire. I bar e gli esercizi commerciali stanno pagando un prezzo altissimo, la piazza è sempre più terra di nessuno, fatta eccezione per le manifestazioni che saltuariamente un gruppo "eroico" di volontari mette in piedi. Ma la piazza dovrebbe vivere tutto l'anno, non solo 20 giorni all’anno. Ecco perché abbiamo proposto di azzerare il canone di occupazione di suolo pubblico per quegli esercizi che volessero tornare ad animare la piazza con i tavolini almeno nella stagione primaverile ed estiva. Su questo punto non molliamo, è una possibile soluzione, un segnale di incoraggiamento che come amministrazione dovremmo dare al comparto.
Passando alle spese correnti, accogliamo con favore l’incremento di 50.000 euro sul Piano per il diritto allo studio, ma apprendiamo che, dopo la riclassificazione di Suzzara da zona sismica 4 (è la zona meno pericolosa, i terremoti sono rari) a zona sismica 3 (significa che possono verificarsi terremoti forti ma rari), le necessarie verifiche di vulnerabilità sismica sugli edifici comunali (scuole comprese) sono stati posticipati all'inizio del 2015. Su questo aspetto monitoreremo, affinché le verifiche vengano svolte al più presto.
Infine, abbiamo giudicato positivamente l'estinzione anticipata di alcuni mutui per circa 1 milione e mezzo di euro nel 2014, perché questo significa dare, come si dice in gergo, più elasticità al bilancio. Il fatto, però, è che questo dato, per noi, si scontra con il continuo aumento della pressione fiscale, mentre la scelta del rimborso anticipato permetterebbe in linea teorica una riduzione della stessa.

Commenti