giovedì 6 novembre 2014

IL CONSIGLIO COMUNALE IN SINTESI

Consiglio generica-2Ecco una breve sintesi delle decisioni più importanti assunte dal consiglio comunale di lunedì scorso.
La definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende e istituzioni è stata approvata con il voto favorevole di Pd e Suzzara Civica e l'astensione di M5S e Forza Italia. Come abbiamo spiegato l'altro giorno, la nostra astensione è motivata dal fatto che, pur essendo state accettate le nostre proposte finalizzate a rendere pubbliche e trasparenti le procedure delle nomine, l'emendamento con cui chiedevamo l'esclusione di politici ed ex candidati è stato bocciato con il solo nostro voto favorevole. Un dettaglio su cui molti cittadini dovrebbero riflettere, secondo noi.
Il consiglio ha approvato all'unanimità la cessazione dell'attività e la conseguente estinzione dell'istituzione "Città di Suzzara", dovuta a recenti innovazioni normative in tema di patto di stabilità, bilanci consolidati, contabilità pubblica che renderebbero la gestione di questo organismo eccessivamente onerosa.
Il punto riguardante l'approvazione, in variante al PGT, del primo stralcio del piano attuativo dell'ambito di trasformazione urbanistico a destinazione industriale denominato ATR03, situato in via Veneto a Suzzara è stato ritirato e, su richiesta dei gruppi di minoranza, rinviato alla prossima seduta a causa di un errore tecnico contenuto nella documentazione presentata.
Infine, sono state discusse le linee programmatiche per il mandato amministrativo 2014-2019 del Comune di Suzzara. Abbiamo chiesto che il punto venisse posto in votazione, portando l'esempio di numerosi altri comuni italiani che negli ultimi mesi avevano compiuto questa scelta democratica. Prima il Pd ha auspicato maggiore dialogo e apertura e, poi, nei fatti, ha dimostrato l'esatto contrario, perché l'amministrazione, bocciando la nostra proposta, ha ribadito di avere già preso la sua decisione, cioè non mettere in votazione le linee di mandato.
Vista l'ora tarda, i restanti punti all'ordine del giorno sono stati rinviati alla prossima seduta in programma venerdì 14 novembre.

Nessun commento:

Posta un commento