mercoledì 4 marzo 2015

GUIDO: NULLA DI FATTO, MA VIA L'AMIANTO SUBITO!

IMG_1457“La rimozione dell’amianto dal tetto è una priorità”: queste sono state le parole del sindaco Ongari, intervenuto all’incontro di ieri sera sul futuro del teatro “Guido”. Parole che apprezziamo e testimoniano come le nostre sollecitazioni siano state accolte, ma che ancora una volta non precisano i tempi dell’intervento.
L’assemblea si prefiggeva di mettere a fuoco i desideri e le possibilità relative allo storico edificio suzzarese, ma chi si aspettava proclami o importanti annunci è rimasto deluso. Il tono di molti interventi ha portato il discorso generale verso una triste constatazione: per il momento non è possibile ipotizzare con certezza un recupero della stabile. Si è parlato di una possibile messa in sicurezza e di un eventuale recupero delle facciate.
Al resto ha pensato un video girato alcune settimane fa all’interno dello stabile dagli architetti Paolini e Malavasi, che ha mostrato a tutti il terribile degrado in cui versa l’interno del teatro grazie anche agli enormi squarci nel tetto, che espone da anni l’edificio ai danni prodotti dalle intemperie. Il video testimonia l’incuria e il colpevole abbandono a cui la politica suzzarese dell’ultimo decennio ha confinato lo storico teatro progettato da Piazzalunga. Un clamoroso autogol per la sinistra che ha governato Suzzara in tutto questo tempo.
La nostra posizione è molto chiara: se da un lato occorre mettere al più presto in sicurezza l’edificio, che è un patrimonio della storia suzzarese, dall’altro, in questo momento, il recupero del Guido, viene dopo altre questioni che ci sembrano più urgenti, a cominciare dalla sistemazione delle sedi scolastiche suzzaresi, che da anni attendono soluzioni concrete e urgenti e necessitano al più presto di importanti adeguamenti antisismici per garantire la sicurezza dei nostri figli.

Nessun commento:

Posta un commento