BILANCIO: PRE-SCUOLA A PAGAMENTO E COSTI DELLA GALLERIA INACCETTABILI

Nel consiglio comunale del 28 aprile scorso abbiamo espresso voto contrario anche per il bilancio di previsione. Le tasse almeno per quest’anno resteranno invariate, ma per il 2016 e 2017 si prevede un ulteriore aumento dell’addizionale Irpef dallo 0,55% allo 0,75%. La botta poderosa ai contribuenti suzzaresi dell'anno scorso ha avuto come risultato che si è avuto un minor gettito Imu a causa del mancato pagamento di circa 125mila euro, dovuto alle gravi difficoltà economiche attraversate, soprattutto, da numerose attività.
Poi un’altra bella sorpresa per le famiglie. Dal prossimo anno il servizio di pre-scuola sarà a pagamento: 15 euro al mese per un totale di 120 euro all’anno a figlio con riduzione del 30% per eventuali fratelli. Ci sembra una scelta del tutto inaccettabile, che grava ulteriormente sulle famiglie, un balzello di cui non c’era assolutamente bisogno e che ci vede fortemente contrari.
Spicca, poi, ancora una volta il paradosso della galleria d’arte, che quest’anno ci costerà circa 240.000 euro (circa 20.000 euro in più dell’anno scorso) a fronte di una previsione di entrate pari a ZERO! Già l’anno scorso avevamo chiesto di sederci tutti intorno a un tavolo a ragionare per cercare di mettere fine a questo squilibrio inaccettabile e procedere a un graduale rilancio della galleria, una delle poche eccellenze che abbiamo, ma questo non è avvenuto.
Non è accettabile in questi tempi di assoluta penuria di risorse spendere ogni anno 200 o 240mila euro per la galleria senza realizzare un progetto complessivo di rilancio del contenitore e degli eventi che ospita o potrebbe ospitare.

Commenti