ACQUA PUBBLICA, ASSICURAZIONE DEL CITTADINO, PRE-SCUOLA GRATIS E ANTIMAFIA STASERA IN CONSIGLIO

Dopo una pausa di quasi due mesi, questa sera alle 18 si riunisce il consiglio comunale. Nel corso della seduta presenteremo ben quattro nostre mozioni in attesa di essere trattate dal maggio scorso.
La prima mozione riguarda la richiesta di accesso gratuito per i cittadini ai primi 50 litri di acqua potabile per uso domestico. Abbiamo proposto al Comune di intraprendere ogni iniziativa di propria competenza, affinché Tea SpA adotti una politica tariffaria che consenta ad ogni cittadino residente la gratuità giornaliera dei primi 50 litri di acqua potabile, senza nessun costo od onere aggiuntivo, per solo uso domestico, necessari per garantire i bisogni essenziali, tra i quali i servizi igienico-sanitari ed il pieno godimento dei diritti umani sanciti dall’ONU. La mancata fatturazione per la gratuità dei primi 50 litri di acqua potabile potrà essere facilmente ripartita, col criterio della progressività, diluendola sulle eccedenze erogate. Questa iniziativa contribuirà a garantire ai cittadini suzzaresi la diminuzione delle bollette del servizio idrico, innescando altresì principi virtuosi di risparmio della risorsa.
Poi parleremo dell'assicurazione del cittadino. Con una mozione chiediamo al Comune di stipulare una polizza, affinché i cittadini vittime di furti possano avere un’assistenza qualificata e tempestiva per piccole riparazioni, assistenza psicologica e rimborsi economici. Sul nostro territorio comunale continuano a verificarsi episodi di microcriminalità legati ai furti nelle abitazioni private e negli esercizi commerciali. Le vittime di tali atti criminosi vengono derubati non solo di beni materiali di valore economico, ma anche della propria tranquillità e del senso di sicurezza, generando grave inquietudine e allarme.
Da queste considerazioni nasce l’idea di seguire l’esempio di altri Comuni, in cui l’amministrazione comunale ha inteso avviare iniziative sperimentali di selezione di una polizza assicurativa del patrimonio dei nuclei familiari danneggiati da furti o rapine, operando una selezione tra le offerte pervenute per determinare quella che corrisponda maggiormente all’esigenza di un primo intervento a favore del cittadino danneggiato e con un costo sostenibile da tutti.
La terza mozione riguarda la richiesta di ripristinare la gratuità del servizio pre-scuola per dare un segnale concreto di supporto alle famiglie suzzaresi in questo periodo di gravi difficoltà economiche.
La scelta di far pagare ai cittadini questo servizio, contestata dal nostro gruppo consiliare nella seduta del 28 aprile scorso e introdotta dall'amministrazione con l’approvazione dell’ultimo bilancio di previsione, si compie in un momento di particolare difficoltà economica per le famiglie, già gravate dalla precaria situazione occupazionale e da un’eccessiva pressione fiscale. Fra l’altro i costi a carico delle famiglie per l’acquisto del materiale scolastico (libri di testo e cancelleria) sono in continuo aumento.
Infine, dopo le notizie apparse negli ultimi mesi sugli organi di stampa locali, che hanno purtroppo confermato la penetrazione di fenomeni mafiosi anche nella nostra provincia, il MoVimento 5 Stelle di Suzzara ha presentato una mozione con cui ha chiesto l’istituzione di una Commissione Consiliare Antimafia, che abbia lo scopo di indirizzare l’Amministrazione comunale nell’attività di  prevenzione e di contrasto del radicamento delle associazioni di tipo mafioso e di promuovere la cultura della legalità democratica e dell’antimafia come elemento fondamentale per la crescita sociale, civile, economica di Suzzara e del Paese attraverso un rapporto forte e  sistematico con la cittadinanza.
L’organo, che non avrebbe costi a carico dell’ente, sarebbe incaricato anche delle eventuali attività di verifica della realizzazione di tutte le misure idonee a prevenire la corruzione e l’illegalità. Inoltre la Commissione avrebbe anche i compiti di elaborare e proporre all’Amministrazione comunale la predisposizione di idonei strumenti che incidano sui fattori che favoriscono il circolo vizioso della criminalità, favorendo l’azione convinta, sinergica e vigorosa di tutte le istituzioni e associazioni locali coinvolte nel miglioramento della qualità della vita della nostra comunità.
L'invito che rivolgiamo ai cittadini è ovviamente quello di partecipare alla seduta o per lo meno di seguire i lavori attraverso la diretta streaming sul sito del Comune di Suzzara.

Commenti