sabato 8 ottobre 2016

VIA NIEVO-VIA VILLA INFERIORE: SOLUZIONI ZERO E TRAFFICO IN AUMENTO!

Dai dati aggiornati, che ci sono stati consegnati in consiglio comunale martedì sera, sembra di capire che la situazione del traffico in via Nievo e via Villa Inferiore non sia migliorata, anzi dalle rilevazioni del mese scorso emergono punte che arrivano a sfiorare i circa 18mila veicoli al giorno. Ad eccezione dei giorni festivi, infatti, nel mese scorso, quotidianamente su questa strada sono transitati dai circa 14mila agli oltre 17mila veicoli.
Nonostante queste cifre, non si intravedono soluzioni: nessuna delle sperimentazioni individuate circa un anno fa dal tavolo della viabilità ha visto la luce, né sembrerebbe essere in programma; nessuna delle proposte che abbiamo avanzato, supportata anche da centinaia di firme è stata accolta.
Infatti, in risposta alla nostra interpellanza, con cui abbiamo chiesto quali misure abbia elaborato l’amministrazione in questi mesi, l’assessore all’urbanistica Bianchi ha dichiarato che le valutazioni sono ancora in corso. Pertanto, non ci sono al momento novità, mentre la situazione del traffico, dopo l’apertura della mini-rotatoria all’incrocio con via General Cantore, sembra addirittura peggiorata.
Nei mesi scorsi erano stati annunciati interventi sulla segnaletica per tentare di deviare il traffico anche verso altre strade e sull’introduzione di un divieto di transito per i mezzi pesanti, ma di fatto, soprattutto, nelle ultime settimane, dopo l’apertura del cantiere nell’area della ex Pinfari, si assiste anche al passaggio di numerosi autoarticolati, che hanno provocato le lamentele dei residenti a causa delle forti vibrazioni derivate da questi passaggi.
Su questo aspetto, in particolare, oggi, come gruppo consiliare del M5S, abbiamo presentato un’interpellanza per capire da dove provengano questi automezzi pesanti e se sia stata rilasciata un’autorizzazione al transito in via Nievo e via Villa Inferiore, chiedendo, in tal caso, anche perché non sia stato individuato un altro percorso per questi automezzi, visto la situazione già satura dell’arteria.
Durante il consiglio di martedì sera, tra l’altro, l’assessore Bianchi ha citato l’esempio di situazioni simili nella nostra provincia, come quella Strada della Cisa nel tratto di Borgovirgilio, sulla quale transiterebbero oltre 40.000 veicoli al giorno. E’ un esempio, a nostro avviso, improprio, in quanto non si può paragonare una strada urbana come via Nievo-via Villa Inferiore a una strada ex statale (ora provinciale) come la Cisa. Siamo fortemente preoccupati per la mancanza di soluzioni e perché i numeri confermano l’esistenza di una potenziale emergenza ambientale dovuta all’inquinamento atmosferico e acustico.

Nessun commento:

Posta un commento