venerdì 2 dicembre 2016

IL M5S INFORMA: NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Ecco una sintesi delle posizioni che i nostri portavoce hanno sostenuto nel corso del consiglio comunale di martedì scorso. Vi ricordiamo, inoltre, che nella sezione "ATTI" di questo blog è possibile consultare e scaricare le nostre interpellanze, mozioni e richieste depositate in Comune.

Interpellanza relativa al traffico pesante in via Nievo e via Villa Inferiore
In risposta alla nostra interpellanza, in cui abbiamo chiesto maggiori informazioni sull’incremento del transito di automezzi pesanti, lungo via Nievo e via Villa Inferiore, a partire dallo scorso mese di settembre, abbiamo appreso che ciò sarebbe stato dovuto a una serie di cantieri concomitanti della zona e che il problema adesso dovrebbe essere stato risolto. Di fatto, in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti, il passaggio di automezzi pesanti sarebbe ancora presente, probabilmente a causa di qualche azienda locale. Continuiamo a non capire, perché questo traffico pesante venga indirizzato lungo questa arteria, già satura per il transito di oltre 17mila veicoli al giorno. Fra l’altro nei mesi scorso era stato annunciata anche l’imminente istituzione di un divieto di transito per i mezzi pesanti. Che fine ha fatto?

Interpellanza relativa alla situazione della scuola “Marco Polo”
Con questo atto abbiamo segnalato che a inizio ottobre, in alcuni locali posti al primo piano della nuova scuola di via Iotti, si sarebbero verificate delle infiltrazioni d’acqua, che avrebbero reso inutilizzabile un’aula del plesso; inoltre, in base ad alcune segnalazioni e nonostante alcuni interventi di manutenzione, dall’inizio dell’anno scolastico si verificherebbe un problema relativo agli scarichi dei servizi igienici posti al piano terra, che provocherebbe un conseguente ed eccessivo consumo d’acqua. L’assessore Bianchi ha spiegato che entrambi i problemi sono stati risolti recentemente.

Interpellanza sui cestini per la raccolta differenziata e per le deiezioni canine.
Nel mese di aprile il consiglio comunale ha approvato una mozione del M5S, che chiedeva di collocare nelle vie e nelle piazze principali e maggiormente frequentate della città e delle frazioni, dei cestini per la raccolta differenziata, provvisti di contenitore per la raccolta di mozziconi di sigaretta, e cestini per la raccolta delle deiezioni canine, provvisti di distributori di sacchetti. Con questa interpellanza abbiamo chiesto perché non vi sia ancora traccia dei primi e perché vi siano pochissimi cestini per le deiezioni canine.
Abbiamo appreso che sarebbero in corso delle verifiche relative ai costi dei cestini per la raccolta differenziata, che saranno installati prossimamente in centro e in altri punti strategici della città. Invece, a detta della maggioranza, i quattro cestini per le deiezioni canine presenti sul territorio cittadino sono più che sufficienti; in aggiunta ne sarà collocato uno in ogni frazione. La risposta non ci soddisfa, perché riteniamo che quattro cestini siano del tutto insufficienti, vista la notevole estensione del centro abitato.

Variazione al Documento unico di programmazione e al biancio di previsione
Abbiamo votato a favore di questa variazione, perché si caratterizza per alcune scelte politiche che condividiamo e che abbiamo a lungo invocato. Innanzitutto, abbiamo appreso che saranno investiti 100mila euro per una verifica approfondita della vulnerabilità sismica della scuola “Olga Visentini” di viale Zonta. E’ dall’inizio del mandato che il M5S chiede di destinare risorse all’adeguamento antisismico delle nostre scuole, ne abbiamo discusso anche nella precedente seduta del consiglio. Inoltre, in sintonia con quanto chiediamo da tempo, è stato incrementato di 30mila euro il fondo destinato ai due istituti comprensivi per potenziare la dotazione informatica delle scuole suzzaresi. Questi, quindi, sono i motivi che ci hanno indotto a votare a favore della variazione di bilancio. Quando ci sono proposte e scelte positive e condivisibili come queste, il M5S non ha preconcetti. E’ la differenza tra noi e loro, anzi tra noi e tutti gli altri, visto il voto contrario di Forza Italia e l’astensione di Suzzara Civica.

Piano per il diritto allo studio
Su questo punto ci siamo astenuti. Vediamo perché. E’ un piano che non aggiunge nulla di nuovo a quanto già visto in passato. Si è scelto di proseguire nel solco della continuità, una scelta legittima, ma era lecito attendersi di più, molto di più.
Permangono, infatti, alcune criticità e la conferma, purtroppo, che alcune scelte sono state sbagliate. Ci riferiamo, in particolare, all’introduzione del servizio pre-scuola a pagamento. Gli iscritti a questo servizio sono calati da 300 a circa 230 bambini in un solo anno, a riprova che è un errore caricare sulle famiglie un ulteriore costo.
Altro punto su cui, a nostro avviso, vi è necessità di maggiore confronto è il servizio mensa.
Sembrerebbero esserci delle discrepanze tra quelli che sono i verbali dell’apposita commissione mensa e la percezione che avrebbero gli utenti del servizio. E’ una questione che si trascina da parecchio tempo e ci sembra giusto fare chiarezza e aprire un confronto serio attraverso la convocazione di un incontro, che si terrà nei prossimi mesi.
Inoltre, alcuni mesi fa proponemmo con una nostra mozione di valutare l’ipotesi di concedere alle famiglie la possibilità per gli alunni di consumare il pasto da casa invece che andare in mensa. La nostra proposta fu pesantemente criticata da questa maggioranza, ma adesso, grazie a una sentenza, verrà presa probabilmente in seria considerazione insieme alle istituzioni scolastiche, visto che nei prossimi giorni vi sarà un incontro tra gli enti preposti. Pensavamo allora e pensiamo ancora oggi che le famiglie dovrebbero essere libere di scegliere se mandare i loro figli in mensa oppure consentire loro di consumare un pasto portato da casa a scuola, in un luogo sicuro e sorvegliato. Vedremo come andrà a finire.
Nel piano, inoltre, si fa riferimento alla nuova ciclabile di via Togliatti, realizzata, a nostro avviso, dalla parte sbagliata, perché obbliga gli studenti ad attraversare la strada per proseguire su un altro tratto di ciclabile, confermando che Suzzara non si smentisce mai: ciclabili e marcipiedi ognuno diverso dall’altro, ognuno scollegato dall’altro. Eppure, nel famoso e, a quanto pare, inutile tavolo della viabilità, avevamo chiesto specificatamente di creare un anello di sensi unici, realizzando la ciclabile sul lato destro di via Togliatti per collegarla in tutta sicurezza al tratto di via Caleffi, eliminando gli attraversamenti.

Nessun commento:

Posta un commento