venerdì 23 marzo 2018

VIA NIEVO: SPERIMENTAZIONE TIMIDA!

Ieri sera abbiamo partecipato all’assemblea pubblica organizzata dall’amministrazione comunale sulla questione del traffico in via Nievo e via Villa Inferiore, in cui sono stati presentati i dati delle rilevazioni effettuate dall’Arpa ed è stata illustrata la sperimentazione che prenderà il via a breve. In sostanza, la soluzione individuata consiste nella creazione di un tratto di 70 metri circa di senso unico in uscita nella parte iniziale di via Nievo sino all’incrocio con via Curtatone e Montanara. E’ una soluzione provvisoria, sicuramente, un tentativo e di fatto il primo passo mosso dalla maggioranza dopo circa tre anni di pressing del M5S, delle altre forze dell’opposizione e dei cittadini. Sinceramente, come abbiamo detto ieri sera, ci aspettavamo di più, avremmo sperato in una scelta più coraggiosa da parte di chi governa la città. Quasi tutti i cittadini presenti all’assemblea hanno giudicato in maniera negativa la sperimentazione, considerandola insufficiente in rapporto al traffico che soffoca queste strade e hanno chiesto che il senso unico venga esteso a tutto il tratto di via Nievo e via Villa Inferiore, sino all'incrocio con via General Cantore, come, fra l’altro, il MoVimento 5 Stelle sostiene da sempre.
I dati della prima parte della rilevazione dell’Arpa lungo via Nievo – via Villa Inferiore confermano alte concentrazioni di pm10 sopra i livelli massimi previsti in ben 23 giorni su 58, tipiche di una situazione di inquinamento da traffico veicolare; il limite massimo consentito, oltre il quale scatterebbero misure fortemente restrittive per la circolazione, è di 35 sforamenti nell’arco di un anno. Da questi numeri capite che la situazione è seria, per questo chiederemo che il periodo di rilevazione della qualità dell’aria venga esteso oltre l’estate. Ciò conferma anche che è necessario attuare strategie e modifiche alla viabilità con lo scopo immediato di ridurre la quantità di traffico veicolare (stimato attorno ai 15.000 veicoli al giorno). Per il M5S, lo ribadiamo, l’unica soluzione possibile è trasformare il tratto di via Nievo-Via Villa Inferiore in un senso unico (con eventuale e possibile ztl per residenti) e con la creazione di un percorso ciclopedonale, smistando il traffico sulle altre direttrici esistenti. La sperimentazione prevista dall’amministrazione, seppur rappresenti il primo vero segnale dopo quasi tre anni di voler intervenire, è a nostro avviso insufficiente, in quanto interessa solo un piccolo tratto dell’arteria, lasciando intatto il traffico lungo quasi tutto il percorso. Perché si continua a non capire che la salute dei cittadini viene prima di tutto?
Ripercorrendo quanto abbiamo fatto in questi anni, ricordiamo che il M5S ha promosso la creazione di un tavolo di lavoro sulla viabilità per studiare possibili soluzioni con lo scopo di ridurre il traffico veicolare. Inoltre, il Movimento ha presentato sei interpellanze in consiglio comunale per avere informazioni e dati aggiornati sull’evolversi della situazione e sei mozioni in consiglio comunale proponendo di: avviare modifiche sperimentali alla viabilità; effettuare il monitoraggio dell’inquinamento acustico e della qualità dell’aria; vietare il transito del traffico pesante. Quasi tutte le proposte del M5S sono state bocciate dal Partito Democratico. Solo grazie al pressing continuo del nostro gruppo, effettuato anche a livello regionale dal M5S, è in corso il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico.

Nessun commento:

Posta un commento