sabato 7 aprile 2018

18PLUS SENZA M5S E TUTTA L'OPPOSIZIONE IN SEGNO DI PROTESTA: CONVOCATI PER STARE IN SILENZIO!

Questa mattina avremmo voluto incontrare i neo-diciottenni in occasione della manifestazione “18Plus”, come ormai consuetudine ogni anno, rivolgere loro alcune parole, portando la nostra esperienza di consiglieri comunali e, quindi, di rappresentanti delle istituzioni, rispondere alle loro domande e confrontarci con loro, perché questa giornata così importante dovrebbe fondarsi proprio sul confronto e lo scambio di informazioni tra neo-maggiorenni e rappresentanti del mondo politico suzzarese, a prescindere dal colore e dall’appartenenza a questo o quello schieramento. Il confronto è il sale della democrazia, così come la partecipazione e la possibilità di dare voce a tutti, sia che si appartenga alla maggioranza che all’opposizione.
Purtroppo, oggi, a malincuore, siamo stati costretti a rinunciare a questa possibilità e come M5S non abbiamo partecipato alla manifestazione (unitamente a tutti i gruppi dell'opposizione) in segno di protesta per essere stati esclusi non solo dall’organizzazione dell’iniziativa, pianificata dalla maggioranza senza possibilità di apportare alcuna modifica alla formula individuata, ma anche dal dibattito inspiegabilmente cancellato.
Poco di più 24 ore prima dell’evento, infatti, una mail ci ha informato che avremmo dovuto presentarci alle ore 9.30 per fare le “prove” per la fotografia di rito, riservata solo a giunta e capigruppo (escludendo quindi tutti gli altri consiglieri); abbiamo, inoltre, appreso che non erano previsti interventi politici da parte dei consiglieri, ma che solo gli assessori avrebbero potuto rispondere alle domande dei ragazzi.
Ci sembra evidente che questa volta non potevamo soprassedere, ma era doveroso esprimere tutto il nostro disappunto verso la scelta della maggioranza Pd, che ha stravolto la modalità di svolgimento dell’iniziativa, relegando i consiglieri dell’opposizione al silenzio e concedendo ai soli capigruppo l’onore della foto insieme alla giunta e ai ragazzi. E’ l’esatta antitesi di quanto si vorrebbe trasmettere ai neo-diciottenni con questa manifestazione, la dimostrazione di una scelta politica che non tiene in alcuna considerazione il contributo e il ruolo dell’opposizione, che – ricordiamolo – a Suzzara rappresenta circa 4000 cittadini! E forse ancora di più se pensiamo ai risultati delle recenti elezioni politiche.
Fra l’altro, in occasione del 18Plus le richieste dell’opposizione sono spesso state ignorate. Come M5S vorremmo (e lo abbiamo chiesto più volte in questi anni) che l’amministrazione comunale in questa occasione promuovesse la partecipazione dei neo-diciottenni ad alcune sedute del consiglio comunale per favorire la conoscenza diretta del funzionamento dell’istituzione comunale. Ma questa nostra richiesta è purtroppo rimasta lettera morta.
Invitiamo, quindi, i neo-diciottenni, a venirci a trovare ai nostri banchetti nelle piazze di Suzzara, ai nostri eventi e alle tante occasioni di confronto che organizziamo sul territorio per conoscerci e confrontarci sui problemi della nostra città, cercando, così, di guardare la realtà che ci circonda da più prospettive.

Nessun commento:

Posta un commento