giovedì 5 aprile 2018

RACCOLTA DEL VERDE A PAGAMENTO? IL VERDE E’ UNA RISORSA E I CITTADINI VIRTUOSI VANNO PREMIATI, NON TASSATI!

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la proposta, lanciata dall'assessore Bianchi e in fase di valutazione da parte dell'amministrazione comunale, secondo cui in futuro la raccolta del verde potrebbe cambiare, diventando soggetta a pagamento in base alla quantità conferita da parte dei cittadini (come si legge nell'articolo della Gazzetta di Mantova pubblicato nei giorni scorsi).
Il MoVimento 5 Stelle ritiene che il verde, sia pubblico che privato, sia sempre da considerare una risorsa non un costo, a maggior ragione in una cittadina come Suzzara, da sempre caratterizzata da parchi, giardini e viali alberati. Quella di far pagare ai cittadini il conferimento del verde sarebbe una scelta politica totalmente sbagliata, che se verrà attuata, incoraggerà l’abbandono selvaggio di rifiuti nei fossi (un fenomeno purtroppo già molto diffuso) e potrebbe disincentivare il mantenimento e la cura del verde privato, cosa altrettanto grave.
Al di là di questo, i cittadini che si recano in discarica per conferire il verde o qualsiasi altro materiale per differenziarlo correttamente vanno premiati, non tassati. Così come va mantenuta la possibilità per gli utenti di scegliere se richiedere il ritiro del verde a domicilio (già esistente e giustamente a pagamento) o recarsi direttamente in discarica usufruendo di un servizio che deve restare assolutamente gratuito.
Il discorso sulla presunta equità di trattamento riferita a chi non ha un giardino, che sarebbe alla base della proposta, non regge, a nostro avviso, perché vi sono altri servizi, come per esempio, la galleria civica, i cui costi sono ben più alti (240.000 euro all’anno circa) e ricadono su tutti i cittadini, anche su quelli che non visitano la galleria!

Nessun commento:

Posta un commento