venerdì 3 agosto 2018

NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Lunedì scorso il MoVimento 5 Stelle era l'unica forza di opposizione presente in consiglio comunale per sostenere e presentare le richieste e le segnalazioni della cittadinanza. E' stata l'ennesima dimostrazione di come il nostro MoVimento, sempre propositivo nel sua azione politica in questi quattro anni, abbia tutte le carte in regola per aspirare a portare anche a Suzzara nel 2019 il governo del cambiamento. Ma vediamo nel dettaglio una sintesi del nostro operato nel corso della seduta.
VIA NIEVO. In risposta alla nostra interpellanza sul mancato avvio della sperimentazione del traffico in via Nievo, l'assessore Bianchi ha confermato che il ritardo sarebbe di tipo tecnico-burocratico e che la modifica sperimentale, se a breve sarà affidato l'appalto per la segnaletica, prenderà il via entro la fine del mese di agosto. Quella del senso unico ridotto al primo tratto di via Nievo proposto dall'amministrazione comunale non ci soddisfa pienamente, perché avremmo preferito una soluzione più radicale estesa a tutto il tratto fino all'incrocio con via General Cantore. Inoltre, abbiamo appreso che tra settembre e ottobre arriverà la relazione finale dell'Arpa sul monitoraggio della qualità dell'aria.
PARCOMETRO DI VIA MAZZINI. Il M5S ha ribadito la propria contrarietà a qualunque tipo di sosta a pagamento nei parcheggi della nostra città: anche in via Mazzini sarebbe stato più opportuno mantenere il sistema del disco orario, magari riducendo la durata della sosta consentita, invece di far ricadere ulteriori costi sui cittadini. In risposta alla nostra interpellanza, abbiamo appreso che non è possibile spostare il nuovo parcometro per motivi legati all'allacciamento elettrico, ma che per agevolare l'accesso da parte di tutti gli utenti, in corrispondenza della colonnina, sarà ricavato un ulteriore posto auto per portatori di handicap.
EMERGENZA LAVORO. Abbiamo chiesto un impegno preciso da parte dell'amministrazione e di tutte le istituzioni del territorio per spingere le imprese a garantire maggiore stabilità ai lavoratori, riducendo il ricorso ai contratti a tempo determinato. I numeri, infatti, dimostrano che nel distretto suzzarese vi sarebbero ancora oltre 2000 disoccupati e che le situazioni di bisogno, attestate dalla Caritas, sono in continuo aumento nella nostra città.
PROGETTO PER STOCCAGGIO DI AUTOVEICOLI DI VIA VENETO. Su questo punto il M5S si è astenuto, perché avremmo preferito avere più tempo a disposizione per esaminare e approfondire il progetto che presenta indubbie potenzialità, ma anche, a nostro avviso, criticità. Ad esempio, abbiamo sottolineato come il parcheggio di autoveicoli che servirà per il terminal ferroviario per la spedizione dei furgoni a marchio Iveco nel nord Europa e la ricezione dei rimorchi Krone risulterebbe troppo distante dallo scalo ferroviario di futura realizzazione. Inoltre, la realizzazione di un parcheggio per camper, di cui Suzzara ha effettivamente bisogno, nell'area industriale ci lascia molto perplessi; avremmo preferito una sua collocazione in una zona più centrale della città o in un'area più rilevante e attrattiva dal punto di vista paesaggistico.
LOTTA ALLA MAFIA. Come abbiamo scritto nei giorni scorsi, il consiglio comunale ha approvato all'unanimità la nostra mozione con cui abbiamo chiesto di conferire la cittadinanza onoraria della nostra città al magistrato Nino Di Matteo per dare una segnale forte di promozione della legalità e di lotta alle mafie.
"PIU' PARTECIPAZIONE? NO, GRAZIE". E' stata, invece, bocciata la nostra mozione per chiedere di attivare tutti gli atti necessari ad introdurre nell’ordinamento del Comune di Suzzara lo strumento del referendum propositivo e abrogativo senza quorum. Per il Pd questo "non è il modo per avvicinare le persone alla politica". Nessuna sorpresa, ovviamente, ma la consapevolezza che la strada per arrivare alla democrazia diretta e a strumenti che consentano una partecipazione ampia della cittadinanza sulle questioni più rilevanti che riguardano la città sia ancora lunga.
PROBLEMI DELL'ACQUEDOTTO. La nostra terza mozione chiedeva di attivare un tavolo di lavoro composto da tecnici ed esperti, per esaminare le problematiche sempre più frequenti che riguardano la rete idrica, a fronte delle numerose proteste e segnalazioni dei cittadini. Abbiamo anche chiesto che siano pubblicate sul sito del Comune ogni mese le informazioni relative alla pressione e alla qualità dell'acqua erogata. Mozione, purtroppo, bocciata dal Pd.

Nessun commento:

Posta un commento