VIA NIEVO, NUOVA INTERPELLANZA DEL M5S

Il Movimento 5 Stelle di Suzzara ha presentato una nuova interpellanza sul traffico e l'inquinamento acustico e atmosferico di via Nuevo-Via Villa Inferiore. La rilevazione della qualità dell’aria si è ormai conclusa da diversi mesi e siamo ancora in attesa della relazione finale da parte di Arpa, che aveva prodotto quella relativa alla prima fase poche settimane dopo il termine dell’azione di monitoraggio.
La sperimentazione, annunciata la scorsa primavera dall’amministrazione comunale, di attivare una circolazione a senso unico lungo un breve tratto di via Nievo, a nostro avviso riduttiva ed errata dal punto di vista delle possibili conseguenze soprattutto per i residenti di via Curtatone e Montanara, non è ancora partita e, quindi, nonostante gli sforamenti rispetto ai limiti consentiti dell’inquinamento acustico, a oltre un anno dalla rilevazione, non è stata attuata alcuna contromisura.
Il Movimento 5 Stelle ha chiesto ripetutamente di attuare una sperimentazione su tutto il tratto di via Nievo – via Villa Inferiore, sino all’incrocio con via General Cantore, ma le nostre richieste sono rimaste lettera morta.
Siamo quasi a fine mandato e in circa cinque anni la giunta non è riuscita a dare una sola risposta concreta in merito alla questione dell’eccessivo traffico in via Nievo, se non una provvisoria rotondina, mezza distrutta da continui incidenti (anche a causa dell’infelice conformazione della stessa), che altro non ha fatto che velocizzare e incrementare il traffico lungo questa arteria.
Per questi motivi il M5S ha chiesto quando sarà disponibile la relazione finale sul monitoraggio della qualità dell’aria e perché dopo così tanti mesi non sia ancora disponibile; per quale motivo ad oggi non è stata attivata alcuna sperimentazione per tentare di ridurre il traffico veicolare; quali contromisure concrete la giunta intenda attuare nei prossimi mesi per rispondere alle giuste rimostranze dei cittadini, ai quali non sono bastati nemmeno un comitato e centinaia di firme per ottenere non diciamo una soluzione definitiva ma almeno una sperimentazione che incontrasse le proposte avanzate dagli stessi cittadini e tenesse conto dell’esito dei tavoli di lavoro e delle assemblee pubbliche convocate in questi anni. L'interpellanza sarà inserita all'ordine del giorno del consiglio comunale di venerdì 30 novembre.

Commenti