Candidato Sindaco

Sono nato a Quistello il 13 gennaio del 1971, ma ho sempre vissuto a Suzzara. Nel 1990 ho conseguito il diploma di liceo scientifico. Durante gli anni dell’università, dal 1993 al 1995, ho collaborato con il quotidiano “La Voce di Mantova” come corrispondente da Suzzara. Nel 1996-1997 ho avuto anche una breve esperienza come volontario alla conduzione del radiogiornale di Radio Zero. Nel 1998 mi sono laureato in Lettere con la votazione di 110/110 con lode all’Università di Bologna.
Dal 1999 al 2001 ho lavorato come operaio all’Iveco di Suzzara. Dal 2001 al 2007 mi sono occupato di comunicazione all’interno dell’area promozionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Mantova. Il 1 settembre del 2007 ho voltato di nuovo pagina, iniziando la carriera di docente: da allora insegno Lettere presso la Scuola media "Pascoli" dell’Istituto Comprensivo “Il Milione” di Suzzara.
Sono sposato con Alina e ho una figlia, Giulia, di 13 anni.

Dopo quasi cinque anni di presenza in consiglio comunale, ho accettato di ricandidarmi come sindaco, perché credo che l'esperienza maturata durante la legislatura che sta terminando mi sia servita moltissimo, consentendomi di crescere come persona e di conoscere a fondo il funzionamento del nostro Comune. Non mi sento un politico, ma ancora e sempre un cittadino fra i cittadini, un cittadino esperto e volenteroso, che si vuole impegnare per la sua comunità.
Con me è cresciuto anche un gruppo di persone fantastiche, con cui collaboro da oltre tre anni. Insieme a loro e con l'apporto di tantissimi cittadini, durante oltre 100 banchetti nelle piazze e decine di eventi pubblici, abbiamo costruito, mattone dopo mattone, un'idea di città che è confluita nel programma per le prossime elezioni amministrative.
Credo che, forti dell'esperienza maturata in consiglio e consapevoli di essere sempre stati propositivi grazie ad oltre 130 tra mozioni e interpellanze presentate in consiglio comunale, il Movimento 5 Stelle abbia tutte le carte in regola per provare a rendere Suzzara una città più vivibile, più rispettosa dell’ambiente e più attrattiva, all’insegna del motto che abbiamo coniato per descrivere il nostro impegno: "Progettiamo Suzzara, Proteggiamo Suzzara", cioè ripensiamo la nostra città e tuteliamo, valorizzandole, le sue eccellenze. Non proponiamo chissà quali opere o eclatanti obiettivi, ma un programma per così dire "normale", ispirato dal buon senso, dallo spirito di osservazione delle criticità più urgenti del nostro territorio e dall'amore che proviamo per la realtà in cui viviamo.
Per fare tutto questo servono persone che non abbiano secondi fini, che siano libere dalle logiche dei partiti e da qualsiasi potere forte e questo è uno dei requisiti di tutti i nostri candidati. Ecco perché solo scegliendo il Movimento potrà esserci un vero cambiamento, parola di cui tutti abusano, quasi sempre a sproposito, perché le altre forze politiche si muovono e si muoveranno sempre, seguendo il solito canovaccio delle vecchie logiche partitiche.
Ci tengo a dire che ci impegneremo per fare una campagna elettorale basata sui contenuti, tenendoci il più possibile alla larga dalle polemiche sterili e dagli insulti (che anche noi abbiamo già ricevuto), come quelle che stanno animando da una parte e dell'altra queste prime settimane. Pensiamo che i suzzaresi meritino di più e che vogliano ascoltare idee e proposte concrete, perché lo scopo che tutti dobbiamo avere non è denigrare, ma costruire, costruire una città e una comunità migliore.
Buona campagna elettorale a tutti!

Commenti